Consociativismo?

Ad “otto e mezzo” ho intuito che la stagione politica appena aperta  ha tutti i  rischi del consociativismo, tanto deprecato fino a pochi giorni fa, e ribattezzato oggi “grande coalizione”.

Vedere che un paladino del maggioritario e del bipolarismo autentico come Giuliano Ferrara si converte, dalla sera alla mattina, al proporzionalismo, aprendo anche alla possibilità di  un futuro accordo tra “partito popolare della libertà” e “partito democratico” con la benedizione di Cacciari e di Buttiglione, mi fa dubitare dell’effettività del cambiamento prospettato con la nascita del nuovo movimento.

Se la rivoluzione del cavaliere ha come probabile sbocco l’accordo con Veltroni, per dar vita ad un governo comune post-elettorale, in virtù della legge proporzionale pura (con piccola percentuale di sbarramento, che lascia in vita i piccoli partiti) , c’è da dire che le aspettative dei moderati saranno ben presto mortificate.

Mi auguro di no.

Annunci
Explore posts in the same categories: politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: